ROB ZOMBIE – The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy

by Riccardo Basso
“King Freak circling a legion of doom
King Freak exploding from a sonic boom
King Freak ringing your cathedral bells
King Freak calling from the mouth of hell”
Il 2021 vede il ritorno sulle scene di una delle figure più famose e amate del mondo metal, Rob Zombie, musicista e regista che non ha certo bisogno di introduzioni. Come succede da qualche anno a sta parte, il nuovo album dell’artista americano è infarcito di titoli improponibili e ha una copertina che è un esplosione di colori, le due cose costituiscono un ottimo biglietto da visita per entrare nel variopinto circo degli orrori dove tutti sono benvenuti.
Il nuovo disco di Rob Zombie è il primo pubblicato da Nuclear Blast e, come si accennava prima, ha un titolo sobrio ovvero “The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy“. Da un punto di vista stilistico l’album è sullo stesso solco dei due lavori precedenti, quindi un industrial metal spruzzato di heavy metal, hard rock e qualunque altra cosa sia passata per la testa di Rob Zombie durante la composizione. Il viaggio su questo ottovolante dell’orrore inizia con “The Triumph Of King Freak (A Crypt Of Preservation And Superstition)“, brano squadrato e dall’incedere lento con un ritornello immediato che live sarà sicuramente usato per scaldare il pubblico. I primi pezzi del disco si allacciano totalmente ai lavori precedenti e potrebbero far pensare a un lavoro con il pilota automatico, ma non è così. A dimostrazione di ciò arriva “18th Century Cannibals, Excitable Morlocks And A One-Way Ticket On The Ghost Train”  con il suo country totalmente inaspettato e coinvolgente che esplode nel finale in un heavy metal che si collega alla successiva “The Eternal Struggles Of The Howling Man“, l’episodio più catchy dell’intero lotto che è stato anche usato come singolo. Dopo la danzereccia “Shake Your Ass-Smoke Your Grass” è il turno del brano più sinistro del lotto, “Boom-Boom-Boom“, una cantilena che potrebbe sposarsi benissimo con il prossimo film di Rob Zombie.  L’album si conclude con la pesante “Crow Killer Blues”, cinque minuti a ritmo lento che risultano essere l’unico episodio indigesto del disco.
“The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy” è un album variegato che intrattiene e diverte, ma non è solo merito di Rob Zombie in quanto i suoi compagni d’avventura John 5, Ginger Fish e Piggy D., sono sempre più rilevanti nei dischi del musicista americano e riescono a proporre soluzioni interessanti che danno vivacità alla proposta musicale generale. L’album in questione è senza dubbio un gradino superiore al precedente “The Electric Warlock Acid Witch Satanic Orgy Celebration Dispenser” ed è anche più longevo (40 minuti con svariati intermezzi). “The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy” è un lavoro spensierato che vuole solo offrire del sano intrattenimento sopra le righe come solo Rob Zombie sa fare, se avete apprezzato i lavori precedenti l’album potete acquistarlo a scatola chiusa perché non ne resterete delusi. Se siete scettici nei confronti dei lavori dell’artista americano, dategli comunque una possibilità perché “The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy” è quanto di meglio possa offrire Rob Zombie nel 2021 ed è uno dei suoi lavori più interessanti.
Tracklist:
  1. Expanding The Head Of Zed
  2. The Triumph Of King Freak (A Crypt Of Preservation And Superstition)
  3. The Ballad Of Sleazy Rider
  4. Hovering Over The Dull Earth
  5. Shadow Of The Cemetery Man
  6. A Brief Static Hum And Then The Radio Blared
  7. 18th Century Cannibals, Excitable Morlocks And A One-Way Ticket On The Ghost Train
  8. The Eternal Struggles Of The Howling Man
  9. The Much Talked Of Metamorphosis
  10. The Satanic Rites Of Blacula
  11. Shower Of Stones
  12. Shake Your Ass-Smoke Your Grass
  13. Boom-Boom-Boom
  14. What You Gonna Do With That Gun Mama
  15. Get Loose
  16. The Serenity Of Witches
  17. Crow Killer Blues

You may also like

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi Accetta Continua a Leggere