EVILE – Hell Unleashed

by Riccardo Basso

La firma per Napalm Records e l’annuncio di un nuovo album hanno, per qualche oscuro motivo, generato un hype smisurato attorno a “Hell Unleashed“, nuovo disco dei thrasher britannici Evile. La band di Huddersfield si è ritrovata di colpo a essere uno dei nomi più attesi per questo 2021, quando probabilmente negli ultimi otto anni (questo è il tempo passato dal precedente “Skull”) in molti si erano dimenticati di loro. Ricordo ancora l’uscita del debut album “Enter The Grave”, un disco che mescolava Slayer e primi Metallica e che conteneva una delle canzoni simbolo del revival thrash metal, “Thrasher”. Dopo il debut la carriera della band britannica è diventata incostante e ricca di alti e bassi a livello musicale, tanto che gli Evile erano usciti dai radar di molte persone. Il gruppo d’Albione prova a tornare alla carica nel 2021 con questo nuovo “Hell Unleashed” che vede anche un cambio drastico dietro al microfono, in quanto il cantante e chitarrista Matt Drake ha scelto di lasciare la band. Il suo posto è stato preso dal fratello Ol Drake che è rientrato nel gruppo nel 2018.
Ora la domanda alla quale si sarebbe dovuto rispondere da subito, “Hell Unleashed” com’è?

Diciamolo subito senza girarci attorno, è un album con luci e ombre, forse anche a causa dell’eccessivo hype che lo ha accompagnato fino all’uscita. Gli Evile suonano rabbiosi e veloci, basta l’opener “Paralysed” a mettere subito in chiaro questo fatto. Musicalmente i Nostri non hanno spostato di una virgola il loro sound, anzi forse l’hanno addirittura estremizzato e spinto verso lidi ancora più slayeriani, come in “Incarcerated” che inizia in maniera lenta e sinistra, per poi esplodere in un tupa tupa che fa scuola. Musicalmente parlando il lavoro della band britannica è da manuale e in quanto a genuinità riporta ai tempi di “Enter The Grave”. Il problema principale è legato al timbro di Ol Drake che risulta a più riprese piatto e monotona. Il passaggio dalla voce più melodica di Matt a quella più ruvida del fratello è uno shock e sarà interessante vedere come renderanno i vecchi brani con il nuovo timbro. In questo “Hell Unleashed” Ol Drake ci mette del suo però non convince, episodi come “The Thing (1982)” o la titletrack sono piatti. Le canzoni nel complesso seguono tutte lo stesso assalto all’arma bianca, quindi risulta anche difficile iniziare a distinguerle, soprattutto nella parte centrale. Sicuramente i pezzi estratti da “Hell Unleashed” dal vivo faranno danni e daranno il via a più di qualche pogo, ma su disco il tutto tende a essere troppo uniforme.
Questa nuova prova in studio degli Evile non è senza dubbio un capolavoro per quanto sia ben suonata. La band guidata da Ol Drake per questo ritorno in studio sceglie di giocare sul sicuro limitandosi a suonare più veloce senza snaturare troppo la sua proposta. “Hell Unleashed” se fosse uscito dopo un paio di anni da “Skull” probabilmente sarebbe stato semplicemente l’ennesimo album degli Evile e non avrebbe deluso le aspettative, ma dopo otto anni di attesa era lecito aspettarsi qualcosa di più, soprattutto dietro al microfono. Il disco probabilmente non deluderà chi è in cerca di violenza senza particolari aspettative, ma lascerà l’amaro in bocca a chi dopo tutto questo tempo si aspettava qualcosa in più rispetto alla timbratura del cartellino. Quell che fa pensare è che ci sono comunque dei guizzi di classe, come nella già citata “Incarcerated” o in “Gore“, ma la monotonia prende troppo spesso il sopravvento. A conti fatti “Hell Unleashed” è semplicemente il nuovo album degli Evile con tutti i classici pregi e difetti della band britannica e non aggiunge nulla alla scena thrash odierna, sebbene il disco risulti comunque energico e abbia i suoi bei momenti.

Tracklist:

1 – Paralysed
2 – Gore
3 – Incarcerated
4 – War of Attrition
5 – Disorder
6 – The Thing (1982)
7 – Zombie Apocalypse
8 – Control From Above
9 – Hell Unleashed

You may also like

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi Accetta Continua a Leggere