AFFRONTO – ES

by Francesca Kanzian

Era da molto tempo che cercavo una band che potesse catturare particolarmente la mia attenzione, ed ecco oggi voglio proprio parlarvi di questo gioiello nascosto: “ES“, demo frutto della band padovana Affronto.
Conosciamoli un pò: il progetto inizia alla fine del 2013 con una serie di live nel Nord Italia, per poi concretizzarsi con l’uscita del primo EP nel luglio del 2014. Dopo un cambio nella line up, il gruppo abbraccia un’importante evoluzione musicale e stilistica, che ora lo caratterizza e vede la sua esplicazione in “ES“, uscito il 6 dicembre del 2016 e registrato al K’in Studio.

Questa evoluzione stilistica è una vera e propria scissione rispetto alla prima demo del 2014; il cambiamento si deduce immediatamente dalla copertina, semplice agli occhi ma d’effetto, che incuriosendo ci suggerisce di dedicare qualche minuto del nostro tempo a questa oscura gemma del metal italiano. Il sound del disco, come è percepibile dal primo branoFrammenti, è dominato da tematiche oscure, aggressive, che abbracciano il Post-Hardcore, arricchito dall’essenza del Black Metal e del Post-Rock. L’andamento generale del disco è coerente con l’angoscia e l’oppressione che lo caratterizza e che trasuda incessante in 28 minuti di ascolto.
Dopo la crudezza di “Semitam” e “Nel Tormento, arriviamo ad Impulso“, che con il suo iniziale ritmo delicato sembra immergerci in unaquiete dopo la tempesta”. Eppure lo squarcio vocale di Michael Anthony Foti si ripresenta, dando prova della sostanziale svolta e del salto di qualità, con la produzione di “ES“. Interessante il ritorno, in alcuni punti, ad una linea vocale propria dell’Hardcore.
Arriviamo quindi all’ultima traccia del lavoro, “ES“: con essa si chiude il sipario, caratterizzata un’interessante alternanza fra uno stile vocale proprio Black Metal, oserei quasi DSBM, e tratti in clean.

Tirando le somme, “ES” è un album assolutamente valido e meritevole d’ascolto. Gli Affronto sono infatti riusciti a coniugare perfettamente il Post-Hardcore al Black Metal, facendo, lo sottolineo ancora, un balzo qualitativo non da poco ed ottenendo un sound assolutamente accattivante. Il quintetto veneto ha quindi dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter creare lavori sempre migliori e per fare strada.

 

You may also like

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi Accetta Continua a Leggere