ANVIL – Sono un fottuto essere umano come te, sono reale, sono lì vicino a te, per farti divertire perchè questo è l’heavy metal.

by Loris Clerico

Famosi per non essere diventati delle rock star da mille e una notte come i Whitesnake, gli Scorpions o i Bon Jovi, gli Anvil sono ancora vivi e vegeti dopo più di 40 anni di carriera, e diciamocelo pure, questa asticella l’hanno superata in poche band ad oggi, senza mai smettere di fare musica nemmeno un istante.
Freschi del loro ultimo “Legal At Last”, abbiamo avuto il piacere di fare una bella chiacchierata in ricordo dei vecchi tempi e di quelli più recenti.
Abbiamo intervistato il cantante / chitarrista Steve “Lips” Kudlow per voi, buona lettura!

Ciao Lips!! E’ un piacere sentirti, benvenuto su Metalpit! Dato che usi il fuso orario di New York, sei lì?
Ciao! No, attualmente sono a Toronto questo fuso orario vale per più di 300 miglia.

Ho capito, tu come stai? Come va nel tuo paese?
Sto bene, ma qui la situazione è tragica, molto triste. Sò che in Italia avete una brutta situazione. Vedremo come andrà…

Ti ricordi del mio amico Michele che ti ha regalato la nostra bandiera italiana, con disegnato sopra, un trancio di pizza sull’incudine?
Mi pare di sì, ma non ne sono sicuro, ho girato molti posti in Italia e ho fatto molte date! (ride)

Hai un account ufficiale Instagram? “Lips Anvil” è tuo?
Si, quello è il mio account!

Parliamo del tuo ultimo disco “Legal At Last” è un grande disco, lo adoro! Allora, quando l’hai registrato?
Bhe, vedi quello che abbiamo fatto è stato di creare qualcosa di potente e che andasse bene, è il sedicesimo disco, eravamo in tour in U.K. stavamo andando bene per esempio, avevamo altri 30 show da fare, ma per colpa del covid abbiamo dovuto posticipare tutte le date.
E certamente non possiamo andare da nessuna parte, fino al prossimo anno, penso fino a Novembre o Dicembre, per ora spero che le nazioni lavorino tutte assieme per tornare alla normalità, è l’unica possibilità per vedere cosa succederà.
Abbiamo già il disco nuovo pronto, lo registreremo la prossima estate.

Dal tuo punto di vista, cosa è cambiato nel mercato della musica heavy metal dagli anni ’80 ad oggi?
Wow! Molte cose sono cambiate! Molte, molte cose! E’ impossibile dire tutte le cose che sono cambiate, le band, la musica…
Perchè l’heavy metal è molto amplio, l’heavy metal significa molto, quando parli con un teenager e gli dici che ascolti heavy metal, può significare che ascolti gli Stryper, I Poison, I Raven, le Girlschool, I Motorhead, o i Judas Priest… sicuramente sono nati molti più generi tipo il death.
Sono nate molte band che hanno dato e contribuito con generi diversi e canzoni differenti tra loro, con diversi generi, diversi sound.
Di sicuro una cosa che non sarebbe dovuto cambiare è la vendita dei cd da parte della gente che ti segue e ti ascolta, è comunque un business la musica.
Poi ad oggi ci sono band che ce l’hanno fatta, tipo gli AC/DC, che ad oggi sono enormi, e ci sono band minori che comunque sono riuscite a sopravvivere nel tempo.
Io sono positivo per la situazione attuale.

Cosa ne pensate dei concerti in streaming? Personalmente non mi piacciono, penso che i concerti di musica devono essere dal vivo.
Penso che funzioni, ma è una cosa che puoi fare una sola volta.
È un “one show” , altrimenti rischi di fare tutti show uguali.
Però è solo una situazione temporanea, non può essere “per sempre”, ho suonato anche io davanti ad una telecamera, in uno show televisivo, non hai feeling, sono altre circostanze, non sei in un club, sei in tv, parlo con una telecamera…non ha senso. Funziona solo per la tv, la maggior parte delle band non saranno mai in tv, suonano tutti live, perchè è così che deve essere.
Non ci sarà mai lo stesso feeling che in un concerto o in un club, è questa la differenza sostanziale, capisci cosa intendo?

Si, certo, sono d’accordo con te!

Dimmi qualcosa sui testi, stai cercando ispirazione da situazioni reali o da libri, film o qualcos’altro?
Tutti i testi sono tratti dalla realtà, niente libri, o film. I miei testi sono tratti da situazioni vissute in quel dato momento.

C’è un film o un regista di cui vorresti interpretare la colonna sonora?
(ride) Bella domanda! Mi piacerebbe sentire la mia musica in un film di Quentin Tarantino! (ride) beh, poi mi piacciono anche i film del personaggio Austin Powers.

Ah! Grande! Anche a te piace Tarantino?
Si, adoro I suoi film!

Hai mai pensato a un tour mondiale con 2 band canadesi come Annihilator e Exciter? Penso che sarebbe fantastico per tutti i fan del metal.
Non penso che ci vedrete mai suonare con queste band, non siamo molto in contatto, Jeff e io siamo molto amici, anche io vorrei questa cosa ma non è mai successa, non sò perchè, non saprei dirti.

Sei anche amico con Dan Beehler?
Si, da molti anni sono amico anche Dan Beehler.

Dimmi tre canzoni che vorresti rimettere nella scaletta e suonare dal vivo sul palco. Vorrei sentire di nuovo “Mad Dog” da “Strength of Steel”, era la mia prima canzone degli Anvil!
Mmmh… questo è interessante! Perchè amo molto quella canzone!
Abbiamo già chiesto diverse volte online ai fans di tutto il mondo quali sono le canzoni che vorrebbero sentire dal vivo e “Mad Dog” è apparsa molto spesso nelle più richieste.
Non è un problema riproporla nel prossimo tour.
Ti dirò la verità, non sò perchè non l’abbiamo più suonata, ultimamente abbiamo suonato di più canzoni nuove, e la gente lo ha sempre apprezzato.
Sai, ti dirò… se suoneremo “Mad Dog” proporremo anche altro da “Strength Of Steel”, sai io suonerei anche 2 ore e mezza, ma purtroppo il set non può durare sempre quanto vorremmo noi, dopo un po’ la gente se ne andrebbe, o si andrebbero a sedere.
Una canzone che mi piacerebbe reinserire nella setlist è “Bedroom Game”.
E ti dirò di più, abbiamo già scritto 13 canzoni nuove per il prossimo disco e… funzionano! In più abbiamo già una bonus track per il Giappone e una bonus track per tutto il mondo.

Pensi che farai mai un “Greatest Hits Tour” o forse qualcosa del genere, riproponendo canzoni che non suoni da molti anni?
A dir la verità, è una cosa che cerchiamo sempre di proporre nei nostri concerti.
Quindi non penso che faremo mai un tour del genere.

Lips, spesso apri concerti scendendo dal palco e suonando la chitarra con i tuoi fan, questa è una cosa bellissima che caratterizza tanto la tua performance! Perché fai questa cosa?
E’ una cosa che sorprende! È una cosa che piace sempre a tutti!
Lo faccio perchè voglio impressionare e catturare l’interesse del pubblico subito, hai 3 minuti per impressionare il pubblico, se fallisci… finisce male.
Ecco perchè faccio questo, se vieni ad un nostro show fin dai primi minuti ti piacerà!
Se invece una band non ti dovesse piacere la prima cosa che pensi è : “oh dio, questi fanno schifo!” e te ne andresti via.
Sai la questione visiva vale molto, anche perchè il suono non è sempre al top.
Penso che quello che faccio sia una cosa molto emozionante per un fan degli Anvil.
Per un fan essere lì partecipe al 100% con Lips deve essere una cosa fantastica è un atto umano fantastico, secondo me, c’è molto feeling in quel momento, non solo per il fan ma anche per me, perchè guardo I miei fan negli occhi, c’è contatto umano, faccia a faccia e non c’è niente di più grandioso.
Faccio capire a tutto il mondo che non sono un cd, non sono in playback, sono un fottuto essere umano come te, sono reale, sono lì vicino a te, per farti divertire perchè questo è l’heavy metal.

Penso che molti più musicisti dovrebbero pensare come te sul lato umano.
Si, è vero, ma potrebbe essere noioso per certi versi! (ride)

Cambio argomento, domanda obbligatoria: Eddie Van Halen.
Quanto la musica di Eddie Van Halen ha influenzato te e la tua vita privata?
Quando ero giovane ha influenzato molto la mia vita, Eddie era uno che ci metteva molti sentimenti nella musica, intendo quando componeva e suonava, ma non l’ho mai ascoltato molto io, sono sempre stato più un tipo da Beatles.
Le emozioni comunque che provo quando ascolto i Beatles sono emozioni forti, che mi trasportano via, ti trasportano in altri posti, altri momenti della tua vita.
È come “Child In Time” dei Deep Purple, quando la ascolto sto benissimo, sai cosa intendo? Ero un ragazzino quando la ascoltavo, e mi piace molto quella parte della mia vita.
Tramite certe canzoni riesco anche a sentire l’odore di quei momenti, è una cosa fantastica.
Ho 64 anni e riesco a ricordare cose, odori e momenti tramite certe canzoni, di quando avevo 8 o 10 anni! E a volte solo tu sai cosa significhino certe canzoni per te, quando guardi il calendario, non sembra passato tutto questo tempo.
La musica è un pennarello che colora la tua vita, e che disegna il tempo.

Sono perfettamente d’accordo con te, anche io la penso come te.

Piccola curiosità… pensi che farai mai un secondo film sugli Anvil?
Beh direi di no, o almeno… al momento non abbiamo nulla in cantiere.
Penso che se faranno mai un secondo film sarà un documentario, semmai quando io sarò morto! (ride)

Grazie per il tuo tempo, spero di rivederti dal vivo sul palco in Italia, ho bisogno di vedere suonare la tua musica!
Grazie a Metalpit per questo spazio, spero vivamente che stiate tutti bene, e mi auguro di vedervi tutti dal vivo quando torneremo in Italia!
Grazie per questa bella chiacchierata!

You may also like

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi Accetta Continua a Leggere