LIGHT THE TORCH – You Will Be The Death Of Me

I Light The Torch sono una band metalcore relativamente nuova nella scena metal, il gruppo infatti è attivo dal 2012 con il nome Devil You Know, ma dal 2017 ha cambiato monicker ed è così che sono nati i Light The Torch. La band americana tra le sue file conta l’ex cantante dei Killswitch Engage, Howard Jones, e il chitarrista degli All Shall Perish Francesco Artusato. La proposta dei Nostri è un metalcore di stampo classico che si basa moltissimo sull’ugola di Jones e sul suo lavoro nei Killswitch Engage. “You Will Be The Death Of Me” è il secondo full length sotto al nuovo nome e non va a mescolare le carte in tavola o far gridare al miracolo, fin dal primo brano gli amanti delle sonorità core più leggere si sentiranno a casa. Howard Jones dal canto suo regala un’ottima prestazione in pulito relegando lo scream e le sonorità più aggressive a sparuti episodi, come in “Living With A Ghost” o “Denying The Sin“, quest’ultimo è anche il pezzo più aggressivo del disco. Dal canto suo il disco è ben suonato e la produzione moderna gli calza parecchio, la pecca è legata al fatto che i brani alla lunga tendano ad assomigliarsi tra di loro e a trascinarsi stancamente verso la fine tanto che i quaranta minuti di disco a volte sembrano interminabili. Gli episodi buoni non mancano, come il singolo “Wilting The Light” che con la sua intro a base di sintetizzatori fa qualcosa per restare nella testa dell’ascoltatore e che probabilmente resterà nelle scalette della band per un pezzo. Altro brano che si lascia ascoltare con piacevole è l’opener “More Than Dreaming” dove le soluzioni proposte dalla band non risultando pesanti ed eccessivamente smielate. La problematica maggiore di questo album è data dal volersi focalizzare eccessivamente sulla voce di Jones il quale è senza dubbio un ottimo vocalist, ma l’impressione è che si voglia calcare la mano sulle sue parti in pulito. “You Will Be The Death Of Me” è consigliato ai fan del metalcore più leggero o a coloro che sono rimasti particolarmente legati a “The End Of Heartache”, il disco in questione con le sue sonorità all’acqua di rose potrebbe essere la perfetta colonna sonora per una giornata al mare o per un pomeriggio spensierato, nulla di più. Difficilmente questo nuovo album dei Light The Torch si farà ricordare sul lungo termine.

Tracklist:

01.  More Than Dreaming
02.  Let Me Fall Apart
03.  End Of The World
04.  Wilting In The Light
05.  Death Of Me
06.  Living With A Ghost
07.  Become The Martyr
08.  Something Deep Inside
09.  I Hate Myself
10.  Denying The Sin
11.  Come Back To The Quicksand
12.  Sign Your Name

 

Related posts

LACUNA COIL – Black Anima

CARCASS – Torn Arteries

NIFROST – Orkja

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi Continua a Leggere