KISS: Gene Simmons dichiara “i giovani fan hanno ucciso il rock che amate”

by Federico Siccardo

Gene Simmons bassista e cantante dei KISS, intervistato alla radio newyorkese Q104.3 ha rimarcato la sua opinione del perchè il rock è morto, affermando che la colpa è dei giovani fan che scaricano moltissima musica illegalmente e grazie ai servizi digitali e di streaming, invece di comprare fisicamente i dischi:

“I giovani fan hanno ucciso il rock che amate. Con l’avvento dello streaming, avete tolto alle future band la possibilità di uscire dall’ombra, perché ora facendo musica il guadagno è minimo come un centesimo o un millesimo di penny per ascolto, quindi riesci a racimolare qualche soldo solo se hai milioni o addirittura miliardi di download. Grazie ai fan questo business è morto, ciò vuol dire che per i prossimi BEATLES o chiunque altro, non avranno mai le stesse nostre possibilità, come le case discografiche che ci davano milioni di dollari per poter fare dischi e tour, senza preoccuparci di dover fare un lavoro con turni di notte.
Se ci pensate nel periodo dal 1958 al 1988 (30 anni), c’erano ELVIS PRESLEY, THE BEATLES, JIMI HENDRIX, THE ROLLING STONES, DAVID BOWIE, PRINCE, U2, forse noi KISS negli anni ’70, AC/DC, METALLICA e a seguire. Mentre nella disco c’era MADONNA, c’era la Motown e la grande musica afroamericana.
Dal 1988 fino ad oggi, più o meno quando nacquero Napster e simili, chi sono i nuovi BEATLES ecc.?”

You may also like

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi Accetta Continua a Leggere